Materiale Didattico diviso per classi e per materie

Benvenuti nel mio Blog dedicato agli insegnanti che vogliono condividere il proprio materiale e il proprio lavoro!

22 maggio 2012

IL SOGGETTO (terza)

Completa con un soggetto adeguato.
………………….rincorre il topolino.                        ……………………nuota nell’acquario.
…………………..canta sul ramo.                              …………………..volteggia nell’aria.
…………………..produce il miele.                            ………………….sono nascoste dai ricci.
……………………russa sul divano.                           ……………………..cuce un abito.
…………………..pattuglia la città.                          …………………….guida lo scuolabus.
……………….è morbido.                                       ……………………è prudente.
……………….sono pacifici.                                    ………………………..è nuvoloso.
………………..è imbiancato.                                 ………………………..sono calmi.

Cerchia il soggetto nelle frasi.
-          Nel cielo volano gli aquiloni colorati.
-          Veronica e Luisa passeggiano nel parco.
-          Volano i gabbiani sul mare.
-          Nella fattoria vivono il bue e l’asinello.
-          Le rondini tornano in primavera.
-          Il papà e la mamma vanno a teatro.
-          Alessandro ascolta la musica.
-          Il cane abbaia e il gatto miagola.
-          La nonna di Carla prepara la torta alle mele.

Scrivi il pronome personale soggetto sottinteso.
Esco con te. – Ride sempre di me. – Torneranno subito. – Non puoi sfuggirmi! – Non state fermi un attimo. – Voi il pane? – Quando tornate dal mare? – Oggi sei molto stanco. – Andiamo al cinema! – Voglio un gelato alla frutta! – Sono arrivati ieri sera. – Ha scritto un bel racconto.

09 maggio 2012

IL VERBO AVERE-modo indicativo (classe terza)


Il verbo avere può essere usato in due modi:
  1. Con significato proprio, autonomo:
-          Io ho una biciletta. “ho” esprime un possesso.
-          Io ho tanta paura. “ho” esprime una sensazione.
  1. Come ausiliare, quando aiuta altri verbi a formare i tempi composti:
Io ho mangiato troppo! “ho” aiuta il verbo mangiare.
Sottolinea le forme del verbo e indica se è usato come verbo autonomo o come ausiliare.
-          Hai il vocabolario? (autonomo)
-          No, non l’ho portato! (ausiliare – voce del verbo portare)
-          Loro hanno una sorellina più piccola. (autonomo)
-          Se il tempo non si guasta, avremo un buon raccolto. (autonomo)
-          Luca e Rosa avevano detto la verità. (ausiliare)
-          Avevate dimenticato l’appuntamento? (ausiliare)
-          Dal tuo lavoro avrai grandi soddisfazioni. (autonomo)

Completa la coniugazione del verbo avere.
Presente
Imperfetto
Passato remoto
Futuro semplice
Io ho
Tu hai
Egli ha
Noi abbiamo
Voi avete
Essi hanno
Io avevo
Tu avevi
Egli aveva
Noi avevamo
Voi avevate
Essi avevano
Io ebbi
Tu avesti
Egli ebbe
Noi avemmo
Voi aveste
Essi ebbero
Io avrò
Tu avrai
Egli avrà
Noi avremo
Voi avrete
Essi avranno


Completa con il verbo avere:
-          Voi due…………………………sempre voglia di scherzare.
-          Quando…………………..tre anni amavo giocare con le costruzioni.
-          Il principe a la principessa si sposarono ed………………..tre figli.
-          Io e mio fratello……………….in comune la passione per il cinema.
-          Tra poco………………………..nove anni.
-          Noi tra un anno………………………..finalmente la patente.

Analizza ogni voce verbale:
essi hanno = modo indicativo, tempo presente, 3° persona plurale.
Noi avremo =………………………………………………………………………………….
Voi aveste =…………………………………………………………………………………..
Egli ebbe =…………………………………………………………………………………….
Tu avrai =………………………………………………………………………………………

06 maggio 2012

MODO INDICATIVO DEL VERBO ESSERE-tempi semplici

Il verbo essere si può usare in due modi:
  1.             con il significato proprio, autonomo
-          La palla è verde. “èesprime un modo di essere.
-          La palla è di Marco. “èesprime appartenenza.
-          La palla è in giardino. “è” significa stare, trovarsi.
  1. come ausiliare, quando aiuta altri verbi a formare i tempi composti.

Presente
Imperfetto
Passato remoto
Futuro semplice
Io sono
Tu sei
Egli è
Noi siamo
Voi siete
Essi sono
Io ero
Tu eri
Egli era
Noi eravamo
Voi eravate
Essi erano
Io fui
Tu fosti
Egli fu
Noi fummo
 Voi foste
Essi furono
Io sarò
Tu sarai
Egli sarà
Noi saremo
Voi sarete
Essi saranno

Indico il dignificato del verbo essere in ogni frase colorando il quadratino di: blu = modo di essere, rosso = appartenenza, giallo = stare, trovarsi.
-          L’elefante è un grande mammifero.
-          Questa borsa è della mamma.
-          Il Subasio è in Umbria.
-          La maestra è in piedi.
-          Tu sei troppo lento.
-          Quei pattini sono di mia sorella.

Sottolineo le forme del verbo essere e coloro di giallo il quadratino se il verbo essere è usato come verbo autonomo e di rosso se è usato come ausiliare.
-          Sei andato a fare la spesa?
-          Oggi è una giornata assolata.
-          I canguri sono veloci.
-          Noi siamo troppo lenti.
-          Quegli sci sono di mio fratello.
-          Voi siete partiti troppo tardi.
-          Loro sono fuggiti dallo spavento.
-          Questa penna è di Lucia.

La frase (terza)


La frase è un insieme di parole ordinato che ha un senso compiuto.
Rimetti in ordine la frase e riscrivila usando la lettera maiuscola e il punto.
Con le corna – ieri – un cervo – ho visto.
Si nasconde – del cespuglio – fra le foglie – la lepre.
Sul cartellone – un paesaggio – dipingono – i miei compagni.
Della nonna – la focaccia – è squisita – bianca.
E le farfalle – sui fiori – le api – volano – in estate.

Ogni frase si può dividere in tante parti, ognuna delle quali fornisce un’informazione. Scomponi dividendo con un trattino.
Le api volano sui fiori.
Il sole splende nel cielo.
Marco scivola con la slitta in montagna.
Le formiche portano le briciole nella tana.
La nonna abbraccia il nipotino.
Maria ritorna da scuola alle cinque del pomeriggio.
La volpe inseguì una gallina nel recinto.
Il passero raccoglie i semi con il becco.

Completo e formo delle frasi.
La maestra dice………………………………………..
Mi piace tanto…………………………………………….
Una volta sono andato………………………………
È bello quando…………………………………………..
Tutti devono…………………………………………………….